Pedagogia della disabilità Briganti

Forum didattico del corso di Pedagogia della disabilità, Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione, Suor Orsola Benincasa di Napoli, organizzato da Floriana Briganti


    *ANGOLO DEI LIBRI* raccontaci un libro che ti è piaciuto!

    Condividere
    avatar
    Admin
    Admin

    Messaggi : 86
    Data d'iscrizione : 16.03.09
    Età : 43
    Località : Napoli

    *ANGOLO DEI LIBRI* raccontaci un libro che ti è piaciuto!

    Messaggio  Admin il Mer Mar 25, 2009 4:11 pm

    QUI TROVERAI I LIBRI DEL PROGRAMMA
    E POTREMO CONDIVIDERE UN TESTO DA LEGGERE ED EVENTUALI COMMENTI CHE VORRETE
    SUGGERIRE AL GRUPPO CLASSE.
    DOTT.SSA FLORIANA BRIGANTI

    -------------------------------
    Pedagogia della disabilità
    Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione
    CFU: 6 M-PED/03 Anno Accademico 2008/2009
    ARGOMENTO DEL CORSO
    Il corso si incentra sul rapporto tra corpo e tecnologia per analizzare in particolare i corpi protesici e l'incontro tra tecnologie e disabilità. Esaminare le tipologie di protesi per la disabilità e le cause socioculturali della marginalità sociale ad esse connesse, risponde all'obiettivo di fornire strumenti operativi utili all'insegnante per interventi mirati e funzionali.
    PROGRAMMA D’ESAME
    Il programma per i frequentanti è:
    parte generale – disabilità e integrazione
    1. A.M. Murdaca, Complessità della persona e disabilità. Le nuove frontiere culturali dell'integrazione, Edizioni del Cerro, Pisa, 2008.
    parte speciale – corpo e tecnologie
    2. Un testo a scelta tra:
    • L. Capucci, Il corpo tecnologico. L'influenza delle tecnologie sul corpo, Baskerville, Bologna,1993.
    • I. Gamelli, Pedagogia del corpo, Meltemi, 2006
    • F. De Ruggieri, Tecnologie incarnate, Meltemi, 2004
    3. Dispensa (un chiarimento dei testi e delle lezioni) che sarà distribuita dal docente ai frequentanti DURANTE Il corso + il forum didattico

    per i corsisti - DOPO LA SPIEGAZIONE DELLA PROF - è possibile sostituire O APPROFONDIRE un testo con uno (a scelta) tra i seguenti:
    O. Azzolini, Françoise Dolto. La psicoanalista dell’educazione, Erickson, 2001 (*su educazione come comunicazione)
    F. Nanetti, Il cambiamento intenzionale. Psicopedagogia del linguaggio, dei processi cognitivi e della comunicazione, Pendragon, 2007 (*esercizi sulla corporeità)
    G. Fiorentino, Il valore del silenzio, Sconfinamento tra pedagogia e comunicazione, Meltemi, 2003 (*sul silenzio come ascolto)
    N. Vegni, Le difficoltà di apprendimento della scrittura. Riflessioni psicopedagogiche, Ed. Universitarie Romane, 2007 (*sulle difficoltà di apprendimento).
    D. Sedran, Il disabile. Persona e risorsa, Morlacchi Editore, Perugia, 2004 (*sull’identità e sul disabile in quanto persona)
    F. Fogarolo (a cura di), Il computer di sostegno. Ausili informatici a scuola (con CD-ROM), Centro Studi Erickson, Trento, 2007.

    ******
    Il programma per non frequentanti è:
    parte generale - sul tema ‘disabilità e integrazione’
    1. Un testo a scelta tra:
    • A.M. Murdaca, Complessità della persona e disabilità. Le nuove frontiere culturali dell'integrazione, Edizioni del Cerro, Pisa, 2008.
    • D. Resico, Diversabilità e integrazione, orizzonti educativi e progettuali, FrancoAngeli, Milano, 2004.
    • R. Franchini, Disabilità, cura educativa e progetto di vita. Tra pedagogia e didattica speciale, Centro Studi Erickson, Trento, 2007.
    • D. Sedran, Il disabile. Persona e risorsa, Morlacchi Editore, Perugia, 2004 (*sull’identità e sul disabile in quanto persona)
    • E. Frauenfelder – O. De Sanctis (a cura di), Quaderni F. n. 2/08, Liguori, Napoli, 2008-2009 (in corso di pubblicazione).
    parte speciale – sul tema ‘corpo e tecnologie’
    2. Un testo a scelta tra:
    • L. Capucci, Il corpo tecnologico. L'influenza delle tecnologie sul corpo, Baskerville, Bologna,1993.
    • F. De Ruggieri, Tecnologie incarnate, Meltemi, 2004*

    3. Dispensa del corso per non frequentanti (obbligatoria - sarà disponibile a fine corso presso il centro distribuzione di Ateneo e scaricabile alla sezione ”materiali didattici” dell’area docente).

    *Per la parte speciale (per i corsisti) è possibile sostituire un testo con uno (a scelta) tra i seguenti:
    • O. Azzolini, Françoise Dolto. La psicoanalista dell’educazione, Erickson, 2001 (*su educazione come comunicazione)
    • F. Nanetti, Il cambiamento intenzionale. Psicopedagogia del linguaggio, dei processi cognitivi e della comunicazione, Pendragon, 2007 (*esercizi sulla corporeità)
    • G. Fiorentino, Il valore del silenzio, Sconfinamento tra pedagogia e comunicazione, Meltemi, 2003 (*sul silenzio come ascolto)
    • N. Vegni, Le difficoltà di apprendimento della scrittura. Riflessioni psicopedagogiche, Ed. Universitarie Romane, 2007 (*sulle difficoltà di apprendimento).
    • F. Fogarolo (a cura di), Il computer di sostegno. Ausili informatici a scuola (con CD-ROM), Centro Studi Erickson, Trento, 2007.

    Per chiarimenti o informazioni sul programma rivolgersi a Floriana Briganti: florianabri@gmail.com
    avatar
    Sabrina Vitale

    Messaggi : 31
    Data d'iscrizione : 20.03.09
    Età : 32
    Località : Marano di Napoli

    Re: *ANGOLO DEI LIBRI* raccontaci un libro che ti è piaciuto!

    Messaggio  Sabrina Vitale il Lun Mag 11, 2009 12:21 pm

    Salve,
    per quanto riguarda il Cyborg e il cybergspazio,
    per me è stato molto semplice durante il corso capire queste due parole in quanto cinque anni fa
    ho letto un romanzo molto carino su questi argomenti.
    il Romanzo s'intitola "AIDORU" di Gibson William Ford
    pubblicato nel 1996, è un autore contemporaneo,
    uno di quelli che i computer li utilizzava semplicemente per scrivere i prorpi romanzi.
    Oggi, il maggior esponente del Cybergspace (mondo virtuale) e della vita in questo mondo.
    Egli è l'autore del romanzo Johnny Mnemonic da cui è stato tratto il film.
    Ritornando al Romanzo Aidoru questo è il nomedel mondo virtuale e di una donna che è un cyborg, della quale
    il suo creatore (Laney)se ne innamora
    Laney dopo varie esperienze in questo mondo virtuale inizia ad evadere da quello reale ...
    Secondo Gibson questo Aidoru è qualcosa che non esiste ma che in realtà molti cercano perchè ne hanno bisogno in quanto può essere di aiuto alla vita reale, egli dice che è una cosa che solo i ciechi possono vedere chiaro e capire bene mentre chi ha occhi buoni non è in grado di vederlo se non vuole.
    Ecco chi è disabile viene penalizzato dai normodotati, mentre ha più capacità di questi perchè riesce a capire, vedere, ascoltare, accettare e apprezzare.

      La data/ora di oggi è Mer Gen 17, 2018 10:04 am