Pedagogia della disabilità Briganti

Forum didattico del corso di Pedagogia della disabilità, Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione, Suor Orsola Benincasa di Napoli, organizzato da Floriana Briganti


    lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Condividere

    antonietta tamburrino

    Messaggi : 19
    Data d'iscrizione : 23.03.09

    IL DISABILE E IL DIVERSO

    Messaggio  antonietta tamburrino il Gio Apr 02, 2009 11:14 am

    DISABILE: è una persona che per delle menomazioni , fisiche o mentali , non ha la stessa abilita' nel fare qualcosa rispetto un normo dotato .
    DIVERSO: è una persona che si trova in una situazione diversa dagli altri in base a delle differenze culturali , fisiche , mentali...Diverso è anche colui che è cosi' considerato per dei pregiudii...Si è diversi per sili di vita , per stili di pensieri , per religione , per etnia.Il diverso è anche colui che viene emargianto .
    avatar
    Federica_Fusco

    Messaggi : 41
    Data d'iscrizione : 18.03.09
    Età : 29
    Località : Napoli

    STABILE ANNA

    Messaggio  Federica_Fusco il Gio Apr 02, 2009 11:24 am

    Che cos'è il disabile? / Che cos'è il diverso?
    Messaggio Stabile Anna il Mar Mar 31, 2009 10:02 pm


    Il DISABILE è colui che viene visto dagli altri come un "non abile" in qualcosa, ad esempio: nel camminare, nel vedere ecc... E' quindi una persona che presenta una minorazione fisica o mentale, che è causa di difficoltà di apprendimento o di integrazione lavorativa determinando così un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.

    Il DIVERSO è colui che viene visto dagli altri come un soggetto diverso da loro, in base al colore della pelle, in base al comportamento, al modo di agire , al modo di pensare ecc...
    avatar
    Federica_Fusco

    Messaggi : 41
    Data d'iscrizione : 18.03.09
    Età : 29
    Località : Napoli

    CAROL ESPOSITO DI MARCANT

    Messaggio  Federica_Fusco il Gio Apr 02, 2009 11:27 am

    Il Disabile, il Diverso.
    Messaggio Carol Esposito di Marcant Ieri a 2:26 pm


    Il Disabile lo si considera tale in quanto non ha le stesse abilità di una persona "normale". Non può svolgere le normali azioni quotidiane e diventa una sorta di " disagiato"

    E' il "Diverso" che non concepisco.
    Chi stabilisce la normalità? Il Diverso è colui che esce fuori dai canoni di una normalità che stesso noi abbiamo imposto. Perchè un nero è diverso? Chi l'ha detto?
    La diversità non esiste, siamo noi a proittare il "diverso", secondo i nostri principi e canoni soggettivi.
    avatar
    Federica_Fusco

    Messaggi : 41
    Data d'iscrizione : 18.03.09
    Età : 29
    Località : Napoli

    CAPOLUPO NICOLETTA

    Messaggio  Federica_Fusco il Gio Apr 02, 2009 11:28 am

    disabile-diverso
    Messaggio capolupo nicoletta Ieri a 6:14 pm


    il disabile è colui che non presenta abilità di natura cognitiva,motoria o quant 'altro,e che necessita di conseguenza aiuto da parte di un altro o di macchinari atti allo svolgimento delle più semplici funzioni vitalI

    il diverso invece è che presenta caratteristiche quali cultura,lingua religione se vogliamo non conformi o lontani alle nostre.quindi è bene delineare che il diverso e un aggettivo attrbuito a un individuo in relazione a un modelllo di riferimento non corrispondente
    avatar
    martina langella

    Messaggi : 24
    Data d'iscrizione : 24.03.09
    Età : 29
    Località : portici

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  martina langella il Gio Apr 02, 2009 3:36 pm


    DIVERSO:OGNI PERSONA,PUò CONSIDERARSI DEVIRSA DAGLI ALTRI PER LA PROPRIA PERSONALITà E UNICITà.SI PUò CONSIDERARE DIVERSO ANCHE PER IL MODO DI VIVERE,PER LA RELIGIONE,PER CULTURA,PER ETNIA.
    DISABILE:COLUI CHE VERTE IN UNA CONDIZIONE O FISICA O PSICHICA CHE NE DERIVA DA UN DANNO IRREVERSIBILE.
    avatar
    Anita Illiano

    Messaggi : 10
    Data d'iscrizione : 19.03.09
    Età : 29

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  Anita Illiano il Ven Apr 03, 2009 12:01 am

    Disabile: Persona che ha delle difficoltà motorie o intellettive.
    Diverso: Persona che viene considerata fuori dai canoni di ‘’Normalità’’ relativi alla società in cui vive.
    avatar
    teresa89

    Messaggi : 18
    Data d'iscrizione : 26.03.09
    Età : 28
    Località : Teresa Aversano

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  teresa89 il Ven Apr 03, 2009 12:54 am

    Secondo la mia visuale, il DISABILE è colui che non è abile a fare qualcosa per menomazione, mentre il DIVERSO è colui che si comporta in modo non conforme ai canoni di vita comunemente accettati.

    credendino benedetta

    Messaggi : 11
    Data d'iscrizione : 26.03.09

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  credendino benedetta il Ven Apr 03, 2009 1:34 am

    Il DISABILE è una persona che a causa di un deficit fisico o psichico ha difficoltà a muoversi, a esprimersi, talvolta persino a deglutire per cui ha bisogno di un aiuto piccolo o grande in base alla gravità del problema.


    Il DIVERSO è una persona che si differenzia dalla massa per il suo modo di pensare, di agire, di amare, di pregare, di vestire... Purtroppo spesso avviene che chi si differenzia dal gruppo , anche solo per motivi banali ,viene ingiustamente emarginato e quindi lasciato solo.

    francesca calate

    Messaggi : 17
    Data d'iscrizione : 29.03.09

    disaile e diverso

    Messaggio  francesca calate il Ven Apr 03, 2009 11:12 am

    DISABILE:colui che si trova in una situazione di svantaggio dovuta a problemi o fisici o psicologici.
    DIVERSO:colui che si distingue dagli altri perchè magari possiede diverse abilità.

    Durante una lezione in aula una ragazza intervenne dicendo che in fondo anche una persona bassa può essere considerata "disabile".Adesso senza parlare di sottrazione;secondo me però così dicendo non si fa che minimizzare il problema,ovvero non facciamo che dare pieno alibi alla mancanza di interventi per le persone disabili.Quindi, porli sullo stesso piano è giusto anzi giustissimo perchè ripeto non penso che siano diverse da noi anzi...però dare voce a quello che sono i loro bisogni.

    marcella del sole

    Messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 01.04.09

    il mio concetto di disabile e diverso

    Messaggio  marcella del sole il Ven Apr 03, 2009 7:30 pm

    La disabilità non è solo alla nascita,ma può essere anche acquisita,può essere motoria o psichica,cmq per me il disabile è una persona che non possiede "tutte" le facoltà psico-motorie delle persone "normali".
    Il diverso invece per me è colui o colei che ha altre attitudini o capacità rispetto alla persone "normali".

    angela castellano

    Messaggi : 18
    Data d'iscrizione : 19.03.09

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  angela castellano il Dom Apr 05, 2009 10:55 am

    http://www.youtube.com/watch?v=44cDAnZxkIk


    Questo video ci mostra quali sono le preoccupazioni,i dolori e la rabbia di una mamma che già dall'inizio sentiva che qualcosa non andava nel bambino che portava in grembo.Quando ho visto questo video e ho ascoltato le parole di questa donna sono rimasta stupita,agghiacciata e quasi immobile davanti al pc.Una domanda che mi sono sempre posta,soprattutto in classe durante le discussioni è:"una donna riesce a percepire già dalla gravidanza che il bambino che sta crescendo dentro se potrebbe essere disabile?".Questo video mi ha fornito la risposta...SONO COSE CHE UNA MAMMA SENTE...
    avatar
    Lucia Costa

    Messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 01.04.09
    Località : Napoli

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  Lucia Costa il Dom Apr 05, 2009 9:29 pm

    CIAO RAGAZZI, IERI HO VISTO STRISCIA LA NOTIZIA E HANNO TRATTATO PROPRIO L'ARGOMENTO DEI DISABILI A NAPOLI. VORREI CONDIVIDERE CON VOI IL VIDEO MA NON SO PROPRIO COME FARE ALLORA L'HO COPIATO E INCOLLATO MA NON SO SE FUNZIONA. COMUNQUE NEL CASO NON DOVESSE FUNZIONARE CERCATE SUL SITO DI STRISCIA IL SERVIZIO DI LUCA ABETE DEL GIORNO 4-4-09. GRAZIE CIAO A MERCOLEDì
    http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoll.shtml?2009/04/C_35_video_9097_GroupVideo_filevideo.wmv
    avatar
    Erica De Angelis

    Messaggi : 15
    Data d'iscrizione : 19.03.09
    Età : 28
    Località : napoli

    disabile / diverso

    Messaggio  Erica De Angelis il Lun Apr 06, 2009 11:30 am

    Il disabile è chi per menomazioni(mentale,fisica,psichica) ha una ridotta capacità di interazione con l'ambiente;di conseguenza ha difficoltà nelle situazioni quotidiane,problemi di autonomia e svantaggio nella vita sociale.
    Il diverso è chi si distacca dallo stereotipo di normalità condiviso dalla maggioranza.

    viviana auriemma

    Messaggi : 21
    Data d'iscrizione : 28.03.09

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  viviana auriemma il Lun Apr 06, 2009 1:39 pm

    NEGLI ANNI PASSATI(SOPRATTUTTO DURANTE IL FASCISMO )PERSONE DIVERSE,DEFINITI MOSTRI,VENIVANO NASCOSTI O PERFINO UCCISI...MA COL PASSARE DEL TEMPO SONO STATI FATTI NOTEVOLI PASSI AVANTI ANCHE SE IN MOLTI CASI L'ATTENZIONE VERSO IL DISABILE è ANCORA LIMITATA,VEDENDOLO SEMPRE COME UN SOGGETTO DA ACCUDIRE E ASSISTERE,PENSANDO QUINDI AI SUOI LIMITI E NON LE SUE POTENZIALITà!
    CON CIò QUINDI IL DISABILE è RITENUTO INFERIORE,INCAPACE DI INTENDERE E DI VOLERE;MA DISABILE VUOL DIRE NON-ABILE,INCAPACE DI FARE QUALCOSA,DI AVERE DELLE DIFFICOLTà,MA CIò NON VUOL DIRE CHE HA DEI DEFICIT MENTALI E QUINDI QUESTE PERSONE NON DOVREBBERO DIFFERENZIARSI DAI NORMODOTATI!!!
    PER QUANTO RIGUARDA IL "DIVERSO",QUEST'ULTIMO PUò ESSERE SINONIMO DI ANORMALE NON APPARTENENDO AL MONDO DEI "NORMALI"...MA DIVERSO DAI NORMALI,DAI NORMODOTATI, NON VUOL DIRE AVERE ABILITà INFERIORI,MA PUò AVERE ANCHE ABILITà SUPERIORI RISPETTO AL NORMODOTATO E POI CHI CI DICE CHE IL NORMALE è NORMALE???????? Shocked

    angela d\'oriano

    Messaggi : 24
    Data d'iscrizione : 24.03.09
    Età : 30

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  angela d\'oriano il Lun Apr 06, 2009 4:18 pm

    per disabile indichiamo colui che non è abile nel fare un qualcosa..la sua disabilità può dipendere da un deficit mentale(psicologico cognitivo ecc..)o fisico

    il diverso è colui che si diversifica da me ..vuoi per caratteristiche somatiche culturali religiosi o di comportamento.
    avatar
    Valeria Carello

    Messaggi : 20
    Data d'iscrizione : 18.03.09
    Età : 30

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  Valeria Carello il Lun Apr 06, 2009 5:21 pm

    Secondo me il "disabile" è colui che non è in grado di fare determinate azioni a causa di un handicap,sia fisico che psichico e necessita di assistenza.
    Il "diverso" invece siamo noi che lo giudichiamo come tale poichè lo vediamo lontanto dal nostro modo di vedere le cose..diverso da un punto di vista comportamentale,culturale e religioso.
    avatar
    mariapaola

    Messaggi : 23
    Data d'iscrizione : 06.04.09
    Età : 28
    Località : mariglianella

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  mariapaola il Mar Apr 07, 2009 12:09 am

    [/b]disabile:è colui che non possiede determinate abilità che siano esse fisiche o mentali.
    [b]diverso:è colui che è se stesso...
    avatar
    dalila de cicco

    Messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 20.03.09
    Età : 32
    Località : NAPOLI

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  dalila de cicco il Mar Apr 07, 2009 12:39 am

    DISABILE:chi non è abile in qualcosa,ovvero qualsiasi limitazione della capacità di agire, naturale conseguenza ad uno stato di minorazione/menomazione fisica o mentale,che comportano difficoltà rispetto a funzioni e attività umane quotidiane.
    DIVERSO:è colui che la società vede come tale,ETICHETTA come tale.La diversità non è una caratteristica innata o insita nelle persone,ma sono gli altri che giudicando la rendono tale perchè non conforme alle idee di massa,dal giudizio comune.Diverso è chiunque abbia abilità differenti da altri,abiti e costumi diversi da altri(gli stranieri ecco perchè la xenofobia),chi non è conformista,chi non segue una moda ,una tendenza del momento,o chi è troppo magro o chi è troppo grasso etc..

    Dovremmo apprezzare di piu' le nostre diversità,perchè siamo tutti diversi gli uni dagli altri nella nostra unicità.Siamo come le dita della nostra mano,tutte diverse ma tutte utili!è bello confrontarsi con chi è "diverso" da noi ma purtroppo non tutti la pensano cosi...
    avatar
    Viola Iaccarino

    Messaggi : 14
    Data d'iscrizione : 21.03.09
    Età : 31
    Località : angri

    le parole: DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  Viola Iaccarino il Mar Apr 07, 2009 2:50 pm

    DISABILE è colui che rispetto alla persona normodotata ha delle difficoltà sia fisiche che mentali.
    DIVERSO è colui che ha delle caratteristiche diverse rispetto alla massa.
    avatar
    RaffaellaCoppola

    Messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 24.03.09
    Età : 28
    Località : pozzuoli

    Disabile/Diverso

    Messaggio  RaffaellaCoppola il Mar Apr 07, 2009 6:43 pm

    Disabile: colui che non ha un'abilità fisica o/e mentale.
    Diversità: colui che è tale per colpa del pregiudizio.
    avatar
    stefania cardone

    Messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 23.03.09
    Età : 33
    Località : napoli

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  stefania cardone il Mar Apr 07, 2009 7:57 pm

    Secondo il mio parere il DISABILE è colui che avendo una menomazione non può interagire con l'ambiente in cui vive allo stesso modo di una persona normodotata.
    Invece il DIVERSO è colui al quale la società gli attribuisce questo aggettivo perchè suscita sentimenti di paura, di rifiuto, di curiosità, sia perchè portatore di disabilità o per altri motivi stupidi....ma poi diverso da chi? L'aggetivo diverso lo creiamo noi con i nostri pregiudizi, e sarebbe preferibile se non esistesse proprio nel nostro vocabolario!!!

    sarafragliasso.1

    Messaggi : 11
    Data d'iscrizione : 02.04.09

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  sarafragliasso.1 il Mar Apr 07, 2009 11:34 pm

    disabile:per me è colui che non è abile a fare qualcosa per menomazione, colui che ha dei deficit, colui che trova difficoltà a compiere qualcosa che per il resto delle persone risulta normale e facile.

    diverso:per me il divesro può essere chiunque, anche io posso essere diversa agli occhi di una persona, per il modo di pensare, per il modo di agire, per il modo di comportarsi. Può essere la persona che affronta la propria vita senza seguire la massa, molto spesso il diverso è causa di pregiudizio.

    Mazza Antonia

    Messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 20.03.09

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  Mazza Antonia il Mer Apr 08, 2009 12:16 am

    Disabile...Diverso

    Disabile sta ad indicare una persona con una limitazione della capacità di agire a causa di un deficit o di una menomazione motoria o intellettuale ,che lo porta ad essere meno autonomo nelle attività quotidiane e spesso in condizioni di svantaggio nel partecipare alla vita sociale.


    Diverso è colui che non rispecchia tutti quei modelli massificanti che la società e i mass-media impongono assiduamente nella vita quotidiana di ogni individuo, attualmente esistono tanti tipi di diverso :
    diverso è...lo straniero , diverso è...colui che non segue consuetudini prestabilite ,diverso è...l'handicappato ,diverso è...il genio ,ciascuno di noi è...diverso... chi per un motivo e chi per un altro.Il diverso vive quotidianamente in una situazione di disagio ,che talvolta lo spinge a sacrificare cio che è...in nome di una presunta uguaglianza ,sperando che quel senso di disagio che ti logora dentro diminuisca fino a dissolversi definitivamente, ma purtroppo secondo me questa è...e resterà solo un utopia.
    avatar
    angela guerrera

    Messaggi : 15
    Data d'iscrizione : 25.03.09

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  angela guerrera il Gio Apr 09, 2009 7:26 pm

    La parola disabilita' ,a mio avviso,e' sbagliata gia' nel termine stesso,se si vuole agire sulla psiche dei normodotati affinche' essi non vedano l'altro come un diverso e soprattutto se non si vuole etichettare erroneamente quest' ultimo!!!Diversabile gia' ha intrinseco in se' un concetto piu' positivo,in quanto queste persone, come piu' volte ripetuto, hanno troppo da dare agli altri e lo vogliono fortemente,solo che siamo noi i veri diversi, perche' con il nostro egoismo ed il nostro esser cosi' pieni di noi stessi,non glielo permettiamo!!!!!!!!!!
    ANGY
    avatar
    Veronica Cangiano

    Messaggi : 11
    Data d'iscrizione : 24.03.09

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  Veronica Cangiano il Mar Apr 14, 2009 11:34 am

    La disabilità è una limitazione fisica o mentale per una persona che presenta una menomazione...ma spesso questo termine è accostato a quello di "diverso"...e mi viene da chiedere: ma diverso da chi???non è pur sempre un uomo?un essere umano??? forse siamo noi che non "accettiamo" queste persone e le consideriamo diverse da noi,forse perchè abbiamo timore di loro perchè sono portatori di "problemi"di cui ce ne dobbiamo far carico anche noi...allora a questo punto mi viene da pensare:siamo noi che li facciamo sentire diversi...

    Contenuto sponsorizzato

    Re: lezione del 26 marzo: le parole DISABILE/DIVERSO

    Messaggio  Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Sab Ott 21, 2017 6:08 am