Pedagogia della disabilità Briganti

Forum didattico del corso di Pedagogia della disabilità, Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione, Suor Orsola Benincasa di Napoli, organizzato da Floriana Briganti


    29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Condividere

    La Rezza Giuseppina Maria

    Messaggi : 14
    Data d'iscrizione : 18.03.09

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  La Rezza Giuseppina Maria il Mar Mag 05, 2009 9:00 pm

    la mia giornata tipo inizia alle 08.30 con doccia e colazione. se devo andare all'univ prendo il treno intorno alle 10.00 altrimenti rimango a casa a studiare. intorno alle 14.00 pranzo e poi intorno alle 15.30 qualche ora di studio e poi prima di cenare un giretto con la macchina. intorno alle 21.00 cena e dopo o esco con gli amici o a casa davanti al pc o tv. e intorno mezzanotte vado a dormire. ho giornate molto tranquille e credo non possano essere paragonate ad una giornata tipo dei disabili.

    Cristina Coppola

    Messaggi : 17
    Data d'iscrizione : 18.03.09

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  Cristina Coppola il Mar Mag 05, 2009 9:12 pm

    Prendo in considerazione il mercoledì:
    ore 8:00 sveglia,mi lavo
    ore 9:07 prendere il treno per andare all'università
    ore 10:30 metropolitana
    ore 10:45 funicolare
    ore 11:30 inizio lezione all'università
    ore 16:30 finiscono i corsi e arrivo a casa per le 18:30
    ore 19:00 studiare
    ore 21:00 prendo il motorino per andare a cantare
    ore 22:00 torno a casa
    ore 22:30 ceno
    ore 23:30 dormire

    Credo che la giornata di questo tipo per il disabile è molto difficile,noto che ci sono alcune cose che non gli saranno per niente facile gestirle e farle da solo
    avatar
    SAVERIO MIGLIACCIO

    Messaggi : 25
    Data d'iscrizione : 24.03.09
    Età : 30
    Località : QUALIANO DI NAPOLI

    LE MIE GIORNATE TIPO" L'OROLOGIO"COME SARà LA GIORNATA DI UN DISABILE?

    Messaggio  SAVERIO MIGLIACCIO il Mer Mag 06, 2009 1:05 am

    sunny sunny :

    La mia giornata tipo:
    7:30 Faccio la doccia e poi colazione
    09:00 vado alla metropolitana per poter arrivare al'università per le 10:00/11:00
    11:00 salgo al bar dell'università per predere un caffè con gli amici di corso
    11:30-13:30 corso di disabilità
    13:35 metropolitana per poter ritornare a casa
    14:30/18:00 nessun ritorno a casa vado in casa famiglia
    18:00 arrivo ma casa e studio e pc
    21:00 esco per lapalestra o a casa della mia ragazza
    23:00 rientro a casa mi lavo un ripasso veloce delle lezioni del giorno ,un po di tv o pc e poi finalmente a nanna.


    Per me sembra facile anche se ci sono giornate molto stremanti per me immaginare un disabile tutto solo,nemmeno l'1% delle mia giornata riuscirebbe a fare un po per la sua paralisi ma sopratutto per le barriere architettoniche che lo bloccano un po di più

    Antonietta Borzacchelli

    Messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 23.03.09
    Località : Napoli

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  Antonietta Borzacchelli il Mer Mag 06, 2009 10:26 pm

    La mia giornata è più o meno tranquilla.
    Sveglia ore 8:00 circa ora di colazione, dopo la colazione faccio la doccia. Ore 10:00 ci si prende l'autobus e poi la metro.Ore 11:30 fino alle 14:00 università. Rientro a casa verso le 15:30,poi lavoro stesso in casa con un bambino per il doposcuola e poi studio.La sera doccia e andare a dormire.
    Per me queste cose sono semplici ma per una persona disabile è tutto più complicato perfino fare la doccia perche ci vuole una persona che l'aiuta.Per quanto riguarda i mezzi pubblici non è parliamo perchè è molto complicato.
    avatar
    D\'Orio Claudia

    Messaggi : 19
    Data d'iscrizione : 19.03.09
    Età : 29
    Località : Napoli

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  D\'Orio Claudia il Mer Mag 06, 2009 11:57 pm

    Buonasera a tutti/e,
    Come tutti ben sapete,ho ospitato Adele (una ragazza diversamente abile) per qualche settimana a casa mia...e stasera piuttosto che raccontarvi la mia di giornata (che più o meno è molto simile alle vostre),vorrei raccontarvi come un diversamente abile trascorre la propria giornata...
    SVEGLIA: Non c'è un'orario ben preciso,benchè l'orario di sveglia di un diversamente abile,sono gli altri a deciderlo a seconda dei loro impegni; successivamente si procede a lavarla (o in bagno o a letto) e la si porta a fare colazione...
    MATTINA: La maggior parte delle mattinate (Adele) la trascorre per casa a vedersi i vari programmi televisivi oppure se ha qualcuno che vuole portarsela con sè,esce ben volentieri...
    PRANZO: Un pranzo molto piccolo e leggero,perchè il suo corpo non può "appesantirsi" soprattutto perchè lei si dispiace di esser pesante per chi la accudisce;
    POMERIGGIO: tv
    SERA: Cena e tv dopodichè deve essere lavata e messa il pigiama..
    Come potrete notare nella descrizione di questa giornata,non ci sono orari..perchè essendo una persona che deve dipendere da altri,sono quest'ultimi a decidere quando compierle determinate azioni...
    Per un diversamente abile risulta complicato persino dover prendere un pacchetto di sigarette,perchè non può riuscirci se non con l'aiuto di un'altra persona...
    Tutte/i noi siamo davvero fortunati a trascorrere giornate sì intense,ma in maniera AUTONOMA e per questo non dobbiamo lamentarci..perchè ci sono persone che darebbero la vita per trascorrerle nel nostro stesso modo!
    avatar
    elenafiorillo

    Messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 25.03.09
    Età : 28
    Località : napoli

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  elenafiorillo il Gio Mag 07, 2009 1:40 pm

    LA MIA GIORNATA TIPO è :

    ORE 7:15= faccio colazione
    ORE 7:40= mi lavo e mi preparo per andare a lavoro
    ORE 8:00= sono gia in servizio
    ORE 15:00= rientro da lavoro e pranzo
    ORE 15:30= mi dedico alla tv
    ORE 16:00= studio
    ORE 18:00= scendo
    ORE 20:00= doccia
    ORE 20:30= ceno
    ORE 21:00= mi dedico al computer
    ORE 00:00= finalmente dormo

    Pirozzolo Alessandra

    Messaggi : 14
    Data d'iscrizione : 25.03.09
    Località : Napoli

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  Pirozzolo Alessandra il Gio Mag 07, 2009 3:09 pm

    La mia giornata è sempre in movimento, considerando che al lavoro, all'università e anche per una semplice passeggiata mi sposto a piedi o con mezzi pubblici e che spesso sono in viaggio in treno anche per distinazioni più lunghe. Quindi un disabile, nella mia condizione, avrebbe enormi difficoltà e dipenderebbe SEMPRE da qualcuno! Spesso noi ci lamentiamo perchè stanche da i continui impegni, ma non sappiamo che un disabile darebbe la vita per poter trascorrere la sua giornata in completa autonomia.
    avatar
    marianna.fichele

    Messaggi : 22
    Data d'iscrizione : 25.03.09
    Località : San Cipriano d'Aversa

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  marianna.fichele il Gio Mag 07, 2009 4:52 pm

    Quando non vado a seguire i vari corsi all'università mi alzo alle 08.30 mi lavo, faccio colazione e poi studio fino alle 13. Poi mangio e verso le 15 riprendo a studiare fino alle 18 circa...dopo di che alle 19 vado in palestra per fare aerobica,giusto per svagarmi!!!nei pomeriggi che non vado in palestra,dopo lo studio mi vedo col fidanzato o con le amiche.
    Mentre quando devo seguire i corsi mi sveglio molto presto per cercare di arrivare all'università in tempo;quindi prendo il treno,pullman e funicolare...
    Come si vede il mio ritmo di vita è abbastanza frenetico,sono quasi sempre di fretta. Compio i miei gesti quotidiani,con automaticità ma soprattutto con indipendenza,mentre per un disabile spesso è difficile compiere anche una piccola parte di quello che faccio io in una giornata...lui divrebbe essere lavato,vestito,accompagnato...insomma assistito in tutto ciò che fa;poi a seconda della gravità suo handicap molte cose semplici non può nemmeno farle!!!

    petrillo maria

    Messaggi : 16
    Data d'iscrizione : 24.03.09

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  petrillo maria il Gio Mag 07, 2009 10:03 pm

    LA MIA GIORNATA INIZIA CON UN BEL CAFFE' ALLE 8.30 POI FACCIO UNA DOCCIA ALLE 9.00 ALLE 10.30 PARTO DA CASA E ARRIVO ALLE 11.30 A SCUOLA(SE NN C'E' TRAFFICO)ALLE 13.00 PRANZO E ALLE 14.00 GUARDO LA TV POI ALLE 15.00 MI RIPOSO ALLE 16.30 PRENDO UN CAFFE' E POI STUDIO ALLE 18 00 PASSO UN PO' DI TEMPO SUL PC E ALLE 20.00 CENO POI ALLE 21.00 ESCO E QUANDO RIENTRO GUARDO UN PO' DI TV PRIMA DI ANDARE A DORMIRE ALLE 23.30/24.00.
    MI RENDO CONTO CHE PER UN SOGGETTO DISABILE TUTTE QUESTE COSE SONO COMPLICATE ANCHE PERCHE'NON SONO AUTONOMI AL 100% PER FARE UNA DOCCIA ,USCIRE ECC
    avatar
    dalila de cicco

    Messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 20.03.09
    Età : 32
    Località : NAPOLI

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  dalila de cicco il Gio Mag 07, 2009 10:04 pm

    la mia giornata tipo inizia alle 9 con caffè e doccia.
    alle 10 esco per andare all'università prendendo pullman o metropolitana e funicolare.
    alle 11 seguo i corsi.
    alle 14 e 30 sono a casa e pranzo
    alle 15 e 30 doposcuola fino alle 18 e 30/19
    alle 18 e 30 studio o sono al pc fino alle 20
    alle 20 e 30 ceno e mi lavo
    alle 21 telefonate varie..fidanzato e amiche
    alle 22 esco o col mio ragazzo o con gli amici
    alle 2 e 30 circa torno a casa
    ps:il martedi e il giovedi' resto tutta la giornata all'università e quindi pranzo li.

    Ovviamente e purtroppo un disabile si troverebbe in difficoltà ad affrontare la mia stessa giornata nel momento in cui,ad esempio,dovrebbe lavarsi,ci vorrebbe per forza qualcuno che lo aiutasse ;poi dovrebbe farsi accompagnare all'università perchè non può prendere da solo i mezzi e essere cmq aiutato all'interno dell'università(la nostra università è piu' attrezzata rispetto ad altre che non hanno nemmeno i saliscendi!) e la sera anche sarebbe un problema ad uscire dato che posti come discoteche e pub o altro non hanno attrezzature x disabili.
    avatar
    Immacolata

    Messaggi : 24
    Data d'iscrizione : 21.03.09
    Età : 29

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  Immacolata il Ven Mag 08, 2009 8:32 pm

    La mia giornata inizia intorno alle
    7.30-8.30: doccia e colazione;
    9.00-9.45: servizi domestici;
    10.00-11.00: percorso con la macchina, casa-università;
    11.30-13.30: seguo il corso;
    13.45-14.30: percorso con la macchina,università-casa;
    14.45-15.15: pranzo;
    15.30-16.30: gioco con i miei nipotini a rincorrerci, a nasconderci;
    17.00-18.00: studio;
    18.30-19.30: palestra;
    19.45-20.15: cena;
    20.30-21.30: incontro in chiesa per l'AC;
    21.35-22.30: esco con il mio ragazzo;
    23.00: prego e poi mi addormento.

    Conduco un ritmo di vita abbastanza frenetico, per non parlare poi dei giorni in cui lavoro in cartoleria oppure vado a fare animazione, o ancora l'educatrice ACR.
    Credo che se fossi disabile, mi limiterei a poche cose, ma che comunque mi riempiono la giornata. Non potrei giocare con i bambini a prenderli in braccio, a farli rotolare, non potrei seguirli ecc...non potrei fare palestra ed inoltre potrei incontrare molte difficoltà, visto che il mio paese non dispone di numerosi servizi che occorrono alla persona sulla sedia a rotelle.
    Immacolata Corvino

    Barbara Pagano

    Messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 24.03.09
    Località : napoli

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  Barbara Pagano il Ven Mag 08, 2009 10:04 pm

    allora una mia giornata tipo:

    mi sveglio alle 08:30 mi lavo faccio colazione e scendo, con la macchina vado all università; verso le 10:00, seguo i corsi e verso le 14 vado via.
    torno a casa, mangio e guardo la tv; alle 16:00 vado a danza fino alle 18:30 poi vado a lavoro, faccio la pr e mi incontro con i miei colleghi per decidere e organizzarci delle cose che facciamo nei locali, alle 20:00 fino alle 22:00 faccio le prove per degli spettacoli, poi torno a casa, mangio e mi metto a studiare,mi piace studiare di sera quando tutti dormono e c'è silenzio. vado a letto verso l' 01:00.
    come la professoressa ci disse ho provato ad adattare la mia giornata ad una persona disabile e mi sono resa conto che per colpa delle barriere archidettoniche è quasi impossibile svolgerla. a parte l università che per fortuna almeno la nostra ha un ascensore.
    avatar
    dalila de cicco

    Messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 20.03.09
    Età : 32
    Località : NAPOLI

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  dalila de cicco il Sab Mag 09, 2009 7:17 pm

    IL PRIMO DOCUMENTO DELL'ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA' (ICIDH)

    Nel 1980 l’OMS pubblicò un primo documento dal titolo International Classification of Impairments, Disabilities and Handicaps (ICIDH). In tale pubblicazione veniva fatta l’importante distinzione fra "menomazione" (impairment) che veniva definita come "perdita o anormalità a carico di una struttura o di una funzione psico-logica, fisiologica o anatomica" e gli altri due termini.
    Questi venivano rispettivamente definiti: "disabilità" (disability) come "qualsiasi limitazione o perdita (conseguente a menomazione) della capacità di compiere un’attività nel modo o nell’ampiezza considerati normali per un essere umano" e "handicap" come la "condizione di svantaggio conseguente a una menomazione o a una disabilità che in un certo soggetto limita o impedisce l’adempimento del ruolo normale per tale soggetto in relazione all’età, al sesso e ai fattori socioculturali".

    IL NUOVO DOCUMENTO DELL'ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA' (ICF)

    L’aspetto significativo del primo documento OMS è stato quello di associare lo stato di un individuo non solo a funzioni e strutture del corpo umano, ma anche ad attività a livello individuale o di partecipazione nella vita sociale.

    Il secondo documento ha per titolo International Classification of Functioning, Disability and Health. (ICF) Già questo titolo è indicativo di un cambiamento sostanziale nel modo di porsi di fronte al problema di fornire un quadro di riferimento e un linguaggio unificato per descrivere lo stato di una persona.

    Non ci si riferisce più a un disturbo, strutturale o funzionale, senza prima rapportarlo a uno stato considerato di "salute".

    Il nuovo documento sostituisce ai termini "impairment", "disability" e "handicap" che indicano qualcosa che manca per raggiungere il pieno "funzionamento", altri termini nella nuova prospettiva, che sono:
    Funzioni corporee
    Strutture corporee
    Attività e partecipazione
    Fattori ambientali
    L'ICF non giudica quindi sufficiente la diagnosi medica,ma il reale quadro funzionale della persona;cosa è in grado di fare e quali sono invece le sue difficoltà.
    avatar
    minni

    Messaggi : 20
    Data d'iscrizione : 16.04.09
    Età : 31
    Località : parete

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  minni il Lun Mag 11, 2009 7:46 pm

    Lamia giornata inizia alle 8:30 colazione e doccia fino alle 9:30 poi mi accingo verso la metro per raggiungere l'universita'alle 10:30 arrivo vado in aula studio 11:30inizio i corsi fino alle 15:30 vado in aula studio fino alle 18:30,19:30rientro a casa mangio qualcosina, doccia 21:30 vado in palestra fino alle22 :30 doccia 23:30 incontro gli amici 2:00 finalmente dormo .... Beh che dire per un disabile sarebbe una vita piena di ostacoli riuscirebbe a fare poco e niente senza l'aiuto di qualcuno.....
    Alessandra Macchione.......

    liguori concetta

    Messaggi : 22
    Data d'iscrizione : 23.03.09

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  liguori concetta il Mar Mag 12, 2009 8:43 pm

    ora vi racconto una mia giornata tipo durante il corso di pedagogia della disabilità
    7.30 mi sveglio sento il mio fidanZato
    7.45 mi alZo e faccio colaZione
    8.00 pulisco casa
    9.oo mi lavo
    10.00 finisco di prepararmi e organiZZo la giornatA
    10.30 scendo e vengo all'università
    11.15 arrivo all'università
    11.30 leZione
    12.30 pausa
    13.30 fine leZione e torno a casa
    14.30 arrivo a casa
    15.00 inio a mangiare
    15.30 finisco di mangiare
    16.oo pausa guardo la tv o dormo
    16.30 studio
    18.30 scendo con il mio fidanato
    20.00 ritorno a casa e preparo la cena
    20.30 mangio
    21.3o finisco di mangiare
    22.00 mi lavo
    22.30 se posso sto al computer o parlo a telefono o guardo la tv
    23.30 dormo

    caliendodomenica

    Messaggi : 33
    Data d'iscrizione : 22.03.09

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  caliendodomenica il Mer Mag 13, 2009 5:27 pm

    Descrivere la mia giornata tipo sull'orologio disegnato in aula,per me ,è stato un pò complicato;a causa dei diversi turni a lavoro e dei diversi orari dei corsi all'università,ogni mia giornata,nonostante non faccia niente di particolarmente diverso,è diversa dalle altre.La prima riflessione che ho fatto,circa le giornate che trascorriamo,è che per la maggior parte delle persone,compresa me,le nostre giornate sono un continuo prodigarsi per le cose,per tutto quello che c'è di materiale.Poco ci dedichiamo a quello che è "umano".Tempo addietro lessi un libro e in una delle sue pagine vi è spiegata in maniera significativa quello che ho pensato quel giorno circa le nostre giornate.A volte bastano poche parole per far capire il senso delle cose e questa paginetta che adesso riporterò ne è un esempio.........

    "LO DOVREMMO RICORDARE TUTTI,SEMPRE.LE PERSONE CONTANO,NON LE COSE.QUANTO FACCIAMO PER LE COSE,LE MACCHINE,LE CASE,L'ORGANIZZAZIONE,L'EFFICIENZA MATERIALE!SE DEDICASSIMO LO STESSO TEMPO E LA STESSA ATTENZIONE ALLE PERSONE,IL MONDO SAREBBE DIVERSO.DOVREMMO RITROVARE IL TEMPO PER ASCOLTARE,GUARDARSI NEGLI OCCHI,PIANGERE INSIEME,INCORAGGIARSI, RIDERE,PASSEGGIARE......ED E' SOLO QUESTO CHE PORTEREMO CON NOI DAVANTI A DIO.NOI E LA NOSTRA CAPACITA' D'AMARE.NON LE COSE,NEANCHE I VESTITI,NEANCHE QUESTO CORPO......

    UN PAPA' E IL SUO BAMBINO CAMMINAVANO SOTTO I PORTICI DI UNA VIA CITTADINA SU CUI SI AFFACCIAVANO NEGOZI E GRANDI MAGAZZINI.IL PAPA' PORTAVA UNA BORSA DI PLASTICA PIENA DI PACCHETTI E SBUFFO',RIVOLTO AL BAMBINO:-"Ti ho preso la tuta rossa,ti ho preso il robot trasformabile,ti ho preso la bustina dei calciatori,che cosa devo ancora prenderti?"
    "PRENDIMI LA MANO"rispose il bambino.
    da "A VOLTE BASTA UN RAGGIO DI SOLE"
    di Bruno Ferrero-Elledici

    Ritornando al discorso che si faceva in aula,ovviamente penso che i disabili hanno qualche ostacolo in più nel fare certe cose rispetto a noi a causa anche delle cosiddette barriere architettoneniche,che in alcune lezioni sono state le protagoniste dei nostri dibbattiti.Però mi va di ricordare anche che vi sono dei disabili,che per certi versi,fanno le stesse cose che potremmo fare noi e che facciamo noi, usando semplicemente delle alternative nel modo di farlo(ne è un esempio eclatante la ballerina Simona Atzori,così come le madri che si dedicano alla casa e alla famiglia che abbiamo visto nei video che ci sono stati proposti).

    Montalto M.Luisa

    Messaggi : 24
    Data d'iscrizione : 03.04.09
    Località : Marano di Napoli

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  Montalto M.Luisa il Mer Mag 13, 2009 9:06 pm

    ...Le mie giornate non sono mai tutte uguali,dipendono dalle cose che ho da fare,dagli impegni,dall'università,dallo studio...Ora provo a descrivere almeno due situazioni.
    SITUAZIONE-TIPO 1:Impegni vari-università-studio.
    ORE 8.00 suona la sveglia (con un pò di fatica per abbandonare il letto)
    ORE 8.10 già sono sotto la doccia dato che non faccio colazione la mattina (pessima abitudine)
    ORE 8.45 scendo di casa e vado a prender4e una mia amica (Imparato Anna) che frequenta gli stessi corsi all'università
    ORE 10.00 arrivate all'università,andiamo al bar per prendere un caffè,un cappuccino...
    ORE 10.30 iniziamo a seguire il primo corso della giornata (a volte è anche solo questo)
    ORE 13.00 si torna a casa (ma il traffico è sempre molto con la macchina)
    ORE 14.00 arrivata a casa,pranzo e vedo un pò di tv
    ORE 16.00 la mia sorellina (di 6 anni) torna da scuola,e diciamo che mi è quasi impossibile dedicare un pò di tempo a me stessa dato che mamma lavora ed io intrattengo mia sorella almeno fino alle 18.30 che rientra mamma!
    ORE 19.30 la famiglia finalmente si riunisce,manca poco per cenare!
    ORE 20.30 si cena,si parla un pò della giornata trascorsa,si sistema un pò la cucina.
    ORE 21.15 siamo in procinto di andare a dormire,doccia,pigiama e così termina la giornata.
    P.S.quando non ci sono i corsi all'università la mattina ed il primo pomeriggio sono dedicate allo studio (sempre in compagnia di Anna Imparato)

    SITUAZIONE-TIPO 2:Non ci sono impegni particolari.
    ORE 9.30/10.00 Mi sveglio
    ORE 10.10 prendo un pò di latte e mi fumo la mia sigaretta in tranquillità
    ORE 10.30 Faccio la doccia e se la giornata è invitante scendo,faccio un giro con la macchina,un pò di shopping e via...
    ORE 13.00 Rientro a casa per il pranzo
    mi riposo fino alle 17.00 tra tv e pc
    ORE 18.00 due volte a settimana vado in piscina fino alle 20.00 ora in cui rientro a casa ceno con la mia famiglia e poi mi preparo per andare a dormire...(tranne quelle serate in cui si esce in compagnia del fidanzato o di amici)
    Beh ho cercato di descrivere ciò che faccio nelle mie giornate anche se non con grande precisione!Penso ke le mie giornate le trascorro in modo abbastanza autonomo e una persona con disabilità avrebbe bisogno invece di un aiuto...di una persona che le stia vicino in modo da non farle pesare gli ostacoli che potrebbe incontrare anche semplicenente camminando per strada.

    daniela palmieri

    Messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 26.03.09

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  daniela palmieri il Gio Mag 14, 2009 6:27 pm

    la mia giornata di corsi universitari
    08:00 sveglia, colazione e preparazione
    10:12 stazione
    11:30 corsi
    15:00 treno e ritorno a casa
    16:00 relax
    16:30 lavoro
    20:30 cena
    21:00 studio
    nn smpre le mie giornate sono così.
    una persona disabile la può affrontare solo se ha un aiuto anche se sono sicura che la giornata di un disabile nn è molto differente dalla nostra.

    Giuseppina Mercadante

    Messaggi : 19
    Data d'iscrizione : 26.03.09

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  Giuseppina Mercadante il Gio Mag 14, 2009 9:54 pm

    La mai giornata tipo:
    8:30 mi sveglio e faccio colazione
    9:00 vado a fare la doccia
    9:30 esco di casa per andare a lavoro
    12:30 torno a casa e pranzo
    14:00-15:00 guardo un pò di tv
    15:00-18:00 studio
    20:30-21:30 vado in palestra
    23:00 faccio una doccia e vado nanna!
    Mi rendo conto che una persona disabile nn potrebbe guidare facilmente la macchina, o andare in palestra quindi avrebbe cmq bisogno di una continua assistenza.
    avatar
    federica.esposito

    Messaggi : 15
    Data d'iscrizione : 25.03.09
    Età : 28

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  federica.esposito il Gio Mag 14, 2009 10:36 pm

    La mia giornata tipo:
    ore 9: mi sveglio,mi faccio la doccia e mi preparo per andare all'università;
    ore 10.30: scendo di casa per andare alla funicolare;
    ore 11.10: mi incontro con la mia amica anna per andare all'università;
    ore 11.30: seguiamo il corso di pedagogia della disabilità;
    ore 13.30: finisce il corso;
    ore 14.00: pranzo;
    ore 15.00: studio in biblioteca o ritorno a casa e mi riposo fino alle...
    ore 17.00: studio o esco;
    ore 20.00: cena;
    ore 21.00: tv o esco;
    ore 00.00: dormo!

    Margherita Fioretto

    Messaggi : 15
    Data d'iscrizione : 19.03.09

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  Margherita Fioretto il Ven Mag 15, 2009 12:12 pm

    La mia giornata inizia di buon mattino, colazione doccia e via all'università. Cambio ben tre mezzi pubblici intervallati da dei tratti di strada da percorrere a piedi, seguo i corsi su e giù per l'università in cerca delle aule tra un corso e l'altro. Finito con l'università si ritorna a casa, pranzo, mi do un pò alla nullafacenza e poi inizio a studiare. In serata prendo la mia macchinina e vado in palestra con le amiche oppure a spasso con il fidanzato. Direi che le cose che faccio non sono impossibili per un disabile ma sicuramente più difficoltose, come gli spostamenti con i mezzi pubblici al poter praticare dello sport, visto che si dovrebbero cercare delle strutture adatte.

    Pasqualina Del Prete

    Messaggi : 20
    Data d'iscrizione : 18.03.09

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  Pasqualina Del Prete il Ven Mag 15, 2009 2:11 pm

    La mia giornata
    ore 8.00 mi sveglio e faccio colazione
    0re 8.30 mi preparo per andare all'uni
    ore 9.45 inizio il tour dei mezzi( macchina, vesuviana, metropolitana, funicolare)
    ore 11.15 arrivo all'uni e sueguo i corsi
    ore 17.3o terminano i corsi e torno casa
    ore 19.00 arrivo a casa e inizio a studiare
    ore 21.00 ceno e guardo la tv
    ore 23.00 vado a letto

    AFFRONTARE UNA GIORNATA SIMILE PER UN DISABILE SAREBBE MOLTO PROBLEMATICO...INCONTREREBBE TANTE, TROPPE BARRIERRE.
    NOI CI LAMENTIAMO... MA CI SONO PERSONE CHE IN REALTà AVERE LA POSSIBILITà DI VIVERE LA VITA PIENAMENTE

    alessandra siesto

    Messaggi : 17
    Data d'iscrizione : 24.03.09

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  alessandra siesto il Ven Mag 15, 2009 4:13 pm

    La mia giornata tipo prevede la sveglia alle 9,seguono poi i corsi all'università generalmente dalle 11:00 alle 14:00,torno a casa e pranzo,mi rilasso un pò guardando la tv fino le 16:00,mi metto poi a studiare fino alle 19:30,segue poi l'allenamento di pallavolo dalle 20:00 alle 22:00,infine torno a casa ceno e mi metto un pò vicino il computer per poi finalmente andare a dormire verso 00:00/00:30.Sicuramente un disabile avrebbe difficoltà a svolgere una giornata del genere perchè la maggior parte delle cose dovrebbe farle accompagnato da qualcuno.
    avatar
    carmela.chiaro

    Messaggi : 17
    Data d'iscrizione : 26.03.09
    Età : 30
    Località : Caivano

    l''orologio

    Messaggio  carmela.chiaro il Ven Mag 15, 2009 10:39 pm

    Confrontando la mia giornata con quella delle altre ragazze noto che facciamo più o meno tutte le stesse cose...cose che per fortuna e grazie a DIO noi facciamo tranquillamente mentre un disabile incontra molte difficoltà a svolgere da solo.

    Giornata tipo di quando seguo il corso di pedagogia della disabilità:

    h 7.30 :mi alzo,faccio colazione e mi preparo;
    h 8.30 :aiuto mia mamma a fare le facccende domestiche;
    h 10.00 :accompagno mia mamma a lavoro con la macchina e poi passo a prendere due amiche di Caivano;
    h 10.30 :insieme a queste amiche vado ad Acerra a prendere un'altra amica e insieme veniamo all'università per seguire il corso di pedagogia della disabilità;
    h 15.00 :se tutto va bene sto a casa,pranzo,riposo e poi...
    h 16.00:INIZIA IL MIO LAVORO,faccio la baby-sitter quindi vado a prendere i bambini a scuola,poi si va a casa:merenda,compiti e poi accompagmo Francesca (anni 9)a scuola di danza classica,Antonio ( anni 6 )a kik boxing.
    h 19.00 :facciamo rientro a casa,li faccio cenare,doccia,pigiama e se c'è un po di tempo e se non fanno capricci si gioca un po;
    h 20/20.30 :ritorno a casa,una doccia,ceno e poi a letto a guardare un po di TV oppure esco con il mio fidanzato.

    Ho scritto le ore di tutti i colori perchè comunque vadano cercherò di viverle sempre col sorriso sulle labbra...ho maturato questo comportamento soprattutto grazie a questo corso che mi ha insegnato a guardare oltre le mie sofferenze banali.....
    avatar
    annalisa veneruso

    Messaggi : 23
    Data d'iscrizione : 23.03.09

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  annalisa veneruso il Sab Mag 16, 2009 3:45 pm

    La mia giornata è molto "semplice" ma nello stesso tempo "piena"..la mattina mi sveglio sempre abbastanza presto massimo alle 9,anche se la sera faccio sempre tardi per addormentarmi, poi subito sistemo la mia stanza e svoglo atre faccende domestiche perchè mia mamma ogni mattina è a lavoro..dopo di che mi preparo per andare all'università e prima di scendere bevo un bicchiere di latte e cffè al volo e inizia il mio "percorso": circumvesuviana, metropolitana e funicolare sempre correndo per non fare più tardi del solito e finalmente arrivo e seguo i corsi che ci sono ,durante la giornata.Nel pomeriggio torno a casa, non troppo tardi se tutto va bene, e subito una doccia per "riprendermi" poi mi riposo un pò o guardo un pò di tv o mi metto al pc..e dopo o inizio a studiare oppure vado in piscina verso le sette.Ceno verso le nove ,se non scendo, faccio la cucina e poi sul più tardi(molto tardi) vado a nanna!!e poi si ricomincia..............

    Contenuto sponsorizzato

    Re: 29 aprile l'orologio e l'ICF (facoltativo)

    Messaggio  Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Sab Ott 21, 2017 6:10 am