Pedagogia della disabilità Briganti

Forum didattico del corso di Pedagogia della disabilità, Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione, Suor Orsola Benincasa di Napoli, organizzato da Floriana Briganti


    rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Condividere

    simona.asciolla

    Messaggi : 42
    Data d'iscrizione : 21.03.09
    Età : 30
    Località : napoli

    di GIOVANNA TOSCANO

    Messaggio  simona.asciolla il Lun Mar 30, 2009 11:49 pm

    Sono molto indecisa sul caso Pistorius;da un lato penso che dietro un bravo atleta ci sia sempre un buon allenamento,dall’altro penso che le protesi siano un vantaggio perché sono strutturate in modo da nn consentire una corsa “normale” e per “normale” intendo il fatto che ti danno una spinta in avanti come se si trattasse di un balzo,questo tenendo conto anche i vari esperimenti effettuati nel campo delle protesi che sembrano confermare questa tesi

    di Giovanna Toscano

    RobertaBocchetti

    Messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 24.03.09
    Età : 29
    Località : napoli

    commento su Pistorius

    Messaggio  RobertaBocchetti il Mar Mar 31, 2009 1:01 am


    Anche se è passata all'incirca una settimana da quando abbiamo visto e discusso in aula il video su Pistorius,non c è bisogno di rivederlo per rievocare le mie emozioni e impressioni su questo caso.Le emozioni che ho provato alla visione di quelle immagini durate pochi minuti sono ancora nella mia mente.
    La determinazione,la volontà,la caparbietà,con cui Pistorius è riuscito a superare i suoi "limiti" è qualcosa d' impressionante.Pistorius come sappiamo,è colui che ha dato voce e spazio al suo talento da corridore,da sportivo,nonostante il suo problema fisico,la mancanza degli arti inferiori.Bhè Pistorius poteva abbattersi,e non sfruttare mai il suo talento innato,e soprattutto mai portare avanti il suo sogno per questo suo"problema".Invece grazie a quegli arti finti è riuscito a farlo,essere protagonista del suo talento,ad essere ciò che voleva essere,senza alcuna differenza con gli altri,se non per le protesi che porta al posto dei piedi.E per questo io mi chiedo:"cosa c è di diverso?,perchè noi,"altri" normali vediamo pistorius oltre che disabile,lo vediamo come diverso?" Pistorius è un uomo normale,che ha fatto di tutto per portare avanti il suo sogno e le sue aspirazioni.E c è riuscito perfettamente,più di quanto facciamo noi esseri "normali o meglio normodotati".Egli è solo un uomo,una persona,che non ha mollato raggiungendo i propri obiettivi il resto non conta.Può sembrare strano,è vero,capire come sia possibile che due protesi riescano a dare le stesse possibilità e sensazioni dei normodotati ma cosa interessa di COME e del PERCHè,se è un fatto STRANO o NON. L importante è che Pistorius abbia avuto,ha la possibiliàt,nella sua sfortunata disavventura,di sorridere ancora e soprattutto di vincere e non solo le gare,ma nella vita.

    ROBERTA BOCCHETTI

    Mariagrazia Tretola

    Messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 25.03.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  Mariagrazia Tretola il Mer Apr 01, 2009 7:37 pm

    È da ammirare la forza emotiva,l’entusiasmo,la tenacia e il coraggio che traspare dall’intervista delle iene fatta a Pistorius.Questo ragazzo sfortunato,come tanti,è riuscito a dare uno scopo alla sua vita,a coltivare una bellissima passione,cosa che non avrebbe mai potuto fare senza l’aiuto delle protesi e della tecnologia,che ormai non si pone limiti. Ma ovviamente non mancano critiche e dibattiti su aspetti di natura secondaria,come il confronto con i normodotati,la velocità,i vantaggi ecc..io credo che la cosa positiva da valutare è che questa persona ha raggiunto un equilibrio e nella sua disabilità ha trovato il modo e la forza x sentirsi almeno per qualche volta “quasi normale”.

    simona.asciolla

    Messaggi : 42
    Data d'iscrizione : 21.03.09
    Età : 30
    Località : napoli

    di FRANCESCA LOMBAR

    Messaggio  simona.asciolla il Mer Apr 01, 2009 8:54 pm

    Oscar Pisterius è un simbolo,Egli da
    coraggio sia a quelli come lui(quindi portatori di hendicap)sia agli uomini
    normodotati che hanno avuto tutto ma bruciano la loro vita.Egli è un grande
    esempio,soprattutto per i giovani.è UNA FIGURA che permette di entrare in una
    realtà a molti sconosciuta facendo capire che non si deve perdere la speranza
    ma che si puo' fare tutto se uno ci
    crede.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


    Francesca Lombar

    celeste rinaldi

    Messaggi : 15
    Data d'iscrizione : 25.03.09
    Località : Napoli

    PYSTORIUS

    Messaggio  celeste rinaldi il Mer Apr 01, 2009 10:03 pm

    Conoscevo il caso e già ne parlai anche in altra sede.
    Secondo me Pystorius è davvero un grande uomo, nn si vergogna del suo handicap ed ha una forza interiore incredibile, lui si che ha abbattuto ogni barriera si mette in gioco e fa vedere quanto vale.
    E' una cosa bellissima vedere questa persona muoversi e correre anche se purtroppo senza arti inferiori, vorrei che le persone disabili reagissero al proprio handicap in questo modo, però penso anche un'altra cosa le protesi(quelle per correre)lo aiutano molto e grazie alla loro leggerezza nel piegarsi gli permettono di essere più veloce nel correre rispetto ad un normodotato.
    avatar
    Susy Ranucci

    Messaggi : 21
    Data d'iscrizione : 24.03.09
    Età : 29
    Località : sant'antimo

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  Susy Ranucci il Mer Apr 01, 2009 10:31 pm

    Salve
    queen
    « Perdente non è chi arriva ultimo in una gara, ma chi si siede e sta a guardare. »
    (La madre di Oscar Pistorius)


    Pistorius detiene il record del mondo per amputati su tutte e tre le distanze su cui corre: 10.91 sui 100, 21.58 sui 200 e 46.25 sui 400.
    Il 16 maggio 2008 Pistorius è riabilitato dal tribunale sportivo alla partecipazione delle olimpiadi 2008. Nelle motivazioni che hanno portato alla riabilitazione, si legge che "al momento non esistono elementi scientifici sufficienti per dimostrare che Pistorius tragga vantaggio dall'uso delle protesi". Non ha però realizzato il tempo che permette di partecipare alla manifestazione. Il 9 settembre 2008 vince la medaglia d'oro alle Paraolimpiadi di Pechino nei 100 metri chiudendo in 11"18 per poi ripetersi il 13 settembre nei 200 metri (con il tempo di 21"67, record paralimpico) e il 16 settembre nei 400 metri (con il tempo di 47"49, record del mondo).
    Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

    Salve a tutti.
    Dopo questa piccola introduzione tratta da Wikipedia che sfata le eventuali agevolazioni tecnico-atletiche di un qualsiasi essere umano dotato di protesi similari. Comincio ad esporre il mio punto di vista ponendo attenzione prima di tutto all'aspetto tecnico della questione ed in seguito a quello umano a mio avviso maggiormente rilevante tra i vari aspetti presi in considerazione dai vari media sino ad ora. La dotazione tecnica di cui quest'uomo (per necessità) si avvale, secondo il mio modesto punto di vista si potrebbe paragonare all'mpiego di accorgimenti tecnici impiegati dalle varie case automobilistiche quando, durante le prove di qualificazione impiegano questa o una diversa marca di pneumatici, o quando cercano di aggiungere qualche cavallo di potenza alle loro autovetture modificando parametri tecnici nei motori delle loro monoposto. Si tratta come si evince da quanto esposto che la mia idea di "vantaggio" sta nello sfruttare nel miglior modo possibile le agevolazioni o in questo caso specifico i "deficit fisici" che la vita ci ha naturalmente donato geneticamente per raggiungere traguardi strappando il nastro della vittoria vincendo contro le avversità della vita, ogni giorno, restando sempre concentrati su gli obbiettivi da noi prefissati. L'aspetto umano? Bene, credo che nessuno di noi, fortunatamente, abbia mai avuto una sventura paragonabile a questa che un uomo vive dalla tenera età di 11 mesi quando per una grave malformazione gli furono amputate entrambe le gambe. Pensate che, correre per questo Eroe si, perchè così lo considero, non sia paragonabile a ciò che un "video leso" possa provare anche soltanto gradatamente quando dopo una vita trascorsa nel buoio totale, riesca per un miracolo della tecnologia, ad intravedere tra le ombre che lo hanno accompagnato sino ad ora, la luce che al mattino l'alba crea donando il suo saluto al giorno nascente? Per Oscar ascoltare il fruscio del vento che accarezza i capelli e ronza nelle orecchie mentre "vola" sulle sue gambe tecnologiche vuol dire guardare l'alba sapendo che il giorno a venire sarà un altro traguardo da superare per mogliorarsi e vincere la sua sfida contro la vita!

    antonietta tamburrino

    Messaggi : 19
    Data d'iscrizione : 23.03.09

    Pistorius : i vantaggi delle protesi

    Messaggio  antonietta tamburrino il Gio Apr 02, 2009 10:33 am

    Pistorius è un atleta sudafricano , nacque con una grave malformazione che lo costrinsero all'eta' di undici mesi all'ambutazione delle gambe.Negli anni del liceo praticoì rugby e la pallanuoto ma poi un infortunio lo porto' a praticare l'atletica leggera .Egli espresse il esiderio di poter correre con i normodotati alle olimpiadi di Pechino del 2008 , ma la IAAF respinse questa richiesta poiche' sosteneva che le protesi arrecassero un vantaggio di circa il 30% rispetto a chi non le avesse . Finalmente la richiesta di Pistorius vienne accolta quando nel 2007 gareggia nello Stadio Olimpico di Roma.La storia di questo giovane ragazzo è l'esempio di quanto la tecnologia e l'innovazione della scienza ha apportato dei vantaggi agli individui affetti da disabilita' . Le protesi , cosi' hanno apportato un enorme vantaggio a Pistorius soprattutto a livello psicologico , in quanto gli hanno permesso di sentirsi un normodotato e di poter avverare finalmente il suo desiderio che diversamente non avrebbe potuto realizzare. Cio' ha reso fiducioso nel futuro non solo Pistorius ma tutte quelle persone che come lui si trovano in situazioni di disabilita'.Diversamente l'ausilio delle protei ha portato anche dissapori tra i normodotati , in quanto , come ho gia detto , le protesi potevano risultare un vantaggio immediato nello sport:

    FrancescaSqueglia

    Messaggi : 11
    Data d'iscrizione : 23.03.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  FrancescaSqueglia il Gio Apr 02, 2009 11:44 am

    Grazie allo sviluppo della tecnologia oggi le persone disabili possono praticare le loro passioni come nel caso di Pistorius che ha vinto importanti gare ed è stato considerato una persona con le stesse abilità di un normo dotato.Ammiro fortemente questa persona perchè credo che abbia una grande forza d'animo e volontà per realizzare i suoi sogni e le sue passioni.Inoltre Pistorius ha dato a tutte le persone disabili la speranza di credere ancora nel miglioramento del futuro!

    Giuseppina Mercadante

    Messaggi : 19
    Data d'iscrizione : 26.03.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  Giuseppina Mercadante il Gio Apr 02, 2009 3:32 pm

    Quando in tv vedevo il caso di Pistorius mi colpiva tantissimo...un ragazzo che lotta anche se con un grave handicap,un ragazzo che non ha smesso di inseguire un sogno e che ha voglia di arrivare.Io non credo che le protesi siano un vantaggio,come può essere avantaggiato un atleta che purtroppo non ha entranbe le gambe.Si parla tanto di uguaglianza ma poi ci rendiamo conto che al mondo non c'è ne tanta...
    avatar
    martina langella

    Messaggi : 24
    Data d'iscrizione : 24.03.09
    Età : 29
    Località : portici

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  martina langella il Gio Apr 02, 2009 3:53 pm

    CIAO A TUTTI!
    il caso di oscar pistorius per me è molto importante,le discussioni che sono nate sul suo conto,sulle sue protesi mi sono servite per capire che i "difetti"fisici,la disabilità,possono essere superati con una grande forza di volontà,con tenacia,e con perseveranza.Ha dimostrato che si può essere disabili senza vivere la diversità negativamente,spesso è la società che crea delle limitazioni.
    avatar
    veronica lanzillo

    Messaggi : 28
    Data d'iscrizione : 19.03.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  veronica lanzillo il Gio Apr 02, 2009 8:10 pm

    A mio avviso le protesi credo siano un vantaggio soprattutto dopo aver visto il vedeo..se tutto questo può facilitare la vita di una persona,di un ragazzo in questo caso,cosa c'è di tanto sbagliato?Perchè impedirgli di correre,di fargli praticare lo sport che lui tanto ama in mezzo a persone normo-dotate.Pistorius si è procurato le gambe grazie alla scienza,con tante difficoltà,ma credo anche con tanto coraggio e forza di volontà.Secondo me è un ragazzo da apprezzare,che non si arrende davanti alle difficoltà della sua vita,rincorre i suoi sogni..questo secondo me è lo spirito giusto per affrontare questa sua disabilità e di conseguenza la sua vita!

    angela giannattasio

    Messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 21.03.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  angela giannattasio il Gio Apr 02, 2009 8:56 pm

    PROTESI:vantaggio o svantaggio?
    A tal proposito vorrei concordare con una ragazza che in aula ha detto che che siano uno svantaggio o un vantaggio non bisogna negare a Pystorius(atleta privo di arti inferiori,munito di protesi)la possibilità di partecipare alle Olimpiadi solo perche' diversamente abile!!!!!

    francesca calate

    Messaggi : 17
    Data d'iscrizione : 29.03.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  francesca calate il Ven Apr 03, 2009 11:17 am

    Secondo me prima di parlare di Pistorius atleta o Pistorius disabile,dobbiamo parlare di Pistorius UOMO...poichè secondo me com uomo lui deve avere la possibilità o meglio la libertà di vivere e di fare ciò che vuole nella vita,indipendentemente dal vantaggio o meno che gli procurano le protesi. Viva Pistorius e il suo coraggio. Very Happy

    ALESSANDRA DE SIMONE

    Messaggi : 3
    Data d'iscrizione : 22.03.09
    Età : 29
    Località : POZZUOLI

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  ALESSANDRA DE SIMONE il Ven Apr 03, 2009 8:12 pm

    "Protesi"vantaggio o svantaggio?
    Questa è stata la domanda propstaci,riferita al caso Pistorius,l'atleta ausrtaliano con una protesi alle gambe per averle perso a soli 11 mesi, al quale gli si nega la partecipazione alle Olimpiadi di Pechino perchè la federazione atletica ritiene che Pistorius con tali protesi abbia dei vanatggi superiori rispetto agli altri atleti...Certo la tecnologia e la scienza avanzatissme hanno permesso a Pistorius come a tanti che versano in tali situazioni di poter vivere come delle persone normali , relizzando i propri sogni senza negazione,per cui sicuramente tali protesi saranno efficientissime,ma dire che danno forza e spinta maggiori rispetto ad un normodotato,penso sia paradossale...Frose hanno dimenticato che Pistorius è privo di gambe ,quegli strumenti che ci permettono di poter fare tutto dalle cose più semplice agli sforzi più difficili,e se a noi servono ore di allenamento lui necessita di anni per poter esere considerato alla pari di un normodotato...Per cui mi sento di dire che l'unico vantaggio di questo coraggioso ragazzo è la sua VOLONTA' DI VIVERE che gli permette di poter rincorrere quelli che sono i suoi sogni e le sue ambizioni.....

    annalisa silvestro

    Messaggi : 18
    Data d'iscrizione : 01.04.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  annalisa silvestro il Dom Apr 05, 2009 12:16 pm

    Pistorius pur avendo un handicap ha cercato di abbattere le barriere,continuare a realizzare i suoi sogni e ciò è stato possibile grazie alle nuove invenzioni,ed è assurdo pensare che grazie alla protesi corre più velocemente...
    avatar
    stefania cardone

    Messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 23.03.09
    Età : 33
    Località : napoli

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  stefania cardone il Dom Apr 05, 2009 3:26 pm

    Di fronte a queste immagini mi rendo conto di essere una persona molto fortunata: ho la possibilità di camminare con le mie gambe e la possibilità di correre. Eppure ci sono persone al mondo che non sentono tale fortuna, anzi, perdono il loro tempo a cercare scuse plausibili pur di escludere un uomo, Oscar Pistorius, dalla possibilità di partecipare alle Olimpiadi, un uomo con la "U" maiuscola e con una gran forza di volontà.
    Io penso che escludendolo dalle Olimpiadi lo si esclude dalla società.
    Non ha chiesto certo lui di nascere così! Allora non capisco perchè non può fare gli stessi sport e soprattutto agli stessi livelli di ragazzi della sua stessa età, nati però più fortunati.
    avatar
    Anna Florio

    Messaggi : 30
    Data d'iscrizione : 23.03.09
    Età : 29
    Località : Mugnano di Napoli

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  Anna Florio il Lun Apr 06, 2009 4:40 pm

    Questo per rispondere a coloro che pensano che le protesi si pistorius possano avvantaggiarlo...


    Posso farvi una domanda:secondo voi la gente avrebbe pensato che le protesi potessero avvantaggiarlo se Pistorius invece di vincere sempre avesse avuto una carriera altalenante composta da tante vittorie quanto sconfitte?
    Abbattiamo questi pregiudizi e ricordiamoci che:
    1)Il materiale che compone la protesi di Pistorius(cioè fibre di carbonio)è usato da molti atleti.
    2)Se pur può sembrare che le sue protesi possano dare una spinta in più,ricordiamoci che con esse ha maggiori difficoltà in curva e per questo è costretto a rallentare se pur leggermente in quel punto.
    3)Per chi ha detto che usa le protesi per darsi una spinta maggiore verso la conclusione delle gare,superando tutti gli altri;ricordiamoci che questa è una tattica vecchia come il mondo,persino nelle gare di ippica i cavalli aumentano la velocità verso mla fine della gara...
    Più che Protesi come vantaggio o svantaggio,direi protesi come via di uguaglianza (sempre se riusciamo ad abbattere i pregiudizi della gente)
    avatar
    dalila de cicco

    Messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 20.03.09
    Età : 32
    Località : NAPOLI

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  dalila de cicco il Lun Apr 06, 2009 9:43 pm

    Ho visto una serie di video su questo caso e credo che dire che le protesi siano un vantaggio è cosa azzardata...non credo assolutamente che portare le cheetahs sia un vantaggio rispetto allo svantaggio di non avere le gambe.Pistorius è un disabile che grazie alla scienza,all'aiuto fornito dalle protesi ma soprattutto grazie alla sua forza d'animo,alla passione,alla voglia di superere un limite che la vita purtroppo gli ha dato,è un esempio di un giusto spirito che ognuno di noi dovrebbe avere nei confronti della vita,dei problemi;reagire con coraggio,con un sogno e abbattere le barriere mentali che sono poi quelle che creano le differenze,le disuguaglianze.Pistorius sta cercando di dar voce ai disabili come lui che vengono emarginati per dargli coraggio abbattendo il muro tra i cosidetti normali e i disabili..perchè non permetterglielo?..forse perchè il ragazzo è troppo abile è piu' veloce epiu' forte?io credo che soltanto perchè è riuscito a superare i normodotati,la gente ha pensato di metterlo al bando..perchè "non ci può essere un disabile piu'forte di un normale"questo
    è quello che pensa la gente..dire che è un vantaggio portare le protesi è davvero una discrimazione una reazione insensibile e stupida
    dettata solo da un senso di superiorità che vogliono tenersi i normodoati..considerando i disabili sempre come inferiori e non alla pari....infine ritengo che Pistorius non sia veloce perchè tecnicamente modificato ma perchè probabilmente ha dentro una carica di vita superiore ad altri...ed inoltre come egli ha ffermato "se non si sentisse come gli altri non gareggerebbe"...DIAMO SPAZIO ANCHE A CHI è DIVERSO DALLA MAGGIORANZA!!

    viviana auriemma

    Messaggi : 21
    Data d'iscrizione : 28.03.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  viviana auriemma il Lun Apr 06, 2009 11:07 pm

    OSCAR PISTORIUS è UN ATLETA PARALIMPICO(I PARALIMPICI SONO COLORO CHE PARTECIPANO AI GIOCHI OLIMPICI MA CHE PURTROPPO POSSIEDONO DELLE DISABILITà FISICHE O ANCHE INTELLETTIVE);PISTORIUS DALL'ETà DI 11 MESI FU COSTRETTO ALL'IMPUTAZIONE DELLE GAMBE A CAUSA DI UNA GRAVE MALFORMAZIONE,MA GRAZIE ALLA TECNOLOGIA AVANZATA,EGLI è POTUTO DIVENTARE UN GRANDE ATLETA USUFRUENDO DELLE PROTESI IN FIBRA DI CARBONIO.P. CHIESE DI POTER CORRERE CON I NORMODOTATI ALLE OLIMPIADI DI PECHINO DEL 2008,MA LA SUA RICHIESTA FU RESPINTA IN QUANTO UN ATLETA CON PROTESI HA VANTAGGI RISPETTO A COLORO CHE NON LE POSSIEDONO,E DA CIò NASCE IL DIBATTITO :"LE PROTESI SONO UN VANTAGGIO O UNO SVANTAGGIO?".
    SECONDO UNA MIA OPINIONE PERSONALE,LE PROTESI SONO UN VANTAGGIO,MA A LIVELLO QUOTIDIANO,IN QUANTO GRAZIE AD ESSE IL DISABILE PUò CONDURRE UNA VITA AUTONOMA E ALLA PARI DEI NORMODOTATI;PERò MI SENTO DI AGGIUNGERE CHE SONO ANCHE UNO SVANTAGGIO A LIVELLO EMOTIVO IN QUANTO IL DISABILE ,DENTRO DI Sè,SI SENTIRà SEMPRE "DIVERSO"DAI NORMODOTATI!!! Sad
    avatar
    RaffaellaCoppola

    Messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 24.03.09
    Età : 28
    Località : pozzuoli

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  RaffaellaCoppola il Mar Apr 07, 2009 7:37 pm

    Pistorius non rappresenta solo la tenacia e la forza di volontà, ma rappresenta soprattutto la voglia di vivere nonostante le difficoltà, la voglia di lottare contro le avversità per tornare ad essere normale o comunque per sentirsi tale.
    Pistorius rappresenta tutti quegli atleti disabili che ogni giorno lottano, faticano e si impegnano al massimo per fare quello che le avversità della vita volevano proibirgli.
    Mentre Un atleta normodotato scende in pista per competere contro altri atleti,
    Un atleta disabile deve prima lottare per poter scendere in pista e per farlo ci deve mettere, oltre ad una grandissima forza di volontà, anche il cuore, in ogni singolo allenamento e perlopiù una volta raggiunto il suo stato di forma ottimale si ritrova a lottare con la federazione internazionale di atletica che gli contesta l’uso delle protesi per un vantaggio considerevole sugli avversari.
    Credo che quello che coltiva Oscar Pistorius non sia solo il sogno di uno sportivo o di essere normale ma credo che sia soprattutto un messaggio di speranza per tutte le persone che hanno degli handicap e che devono avere il diritto di provarci.

    avatar
    nunziagiglio

    Messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 18.03.09
    Età : 30
    Località : melito

    Pistorius

    Messaggio  nunziagiglio il Mar Apr 07, 2009 10:03 pm

    Ciao a tutti vorrei a proporvi un link che presenta immagini di sportivi con protesi come Pistorius

    http://www.inail.it/cms/Medicina_Riabilitazione/Riabilitazione_e_reinserimento/Pubblicazioni/protesi_e_sport.pdf
    avatar
    Lucia Costa

    Messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 01.04.09
    Località : Napoli

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  Lucia Costa il Mer Apr 08, 2009 12:07 am

    Sapete ragazzi, da quando è iniziato questo corso non faccio altro che pensare alle persone che hanno dei disagi, di qualsiasi tipo, e li penso in qualsiasi occasione. Oggi sono stata al GAMBRINIUS a Piazza Trieste e Trento e ho usato il bagno, mi sono trovata a pensare che un disabile non può accedere ai bagni come ho fatto io perchè si trovano al piano di sotto e si scende attraverso delle scale molto strette e, mi sono detta: < Cavoli! "Un'istituzione" come il Gambrinius che non è attrezzata per risolvere una barriera del genere. Che vergogna e come non si pensa mai ai disabili!!!!>
    Poi in seguito al terremoto in Abruzzo ho subito pensato che molte persone hanno lasciato le abitazioni frettolosamente, si sono messe in salvo, hanno potuto aiutare un familiare, salvare un figlio molto piccolo. Ma questo probabilmente un disabile non è riuscito a farlo e che forse adesso potrebbe trovarsi sotto le macerie.
    Mi dispiace molto e voglio aggiungere che sono molto vicina al loro dolore.
    Grazie
    avatar
    SAVERIO MIGLIACCIO

    Messaggi : 25
    Data d'iscrizione : 24.03.09
    Età : 30
    Località : QUALIANO DI NAPOLI

    protesi vantaggio o svantaggio

    Messaggio  SAVERIO MIGLIACCIO il Mar Apr 14, 2009 1:08 am

    IO PENSO CHE LE PROTESI SIANO DI GRAN PARTE UN VANTAGGIO;A PRESCINDERE SE SI PARLA DI SPORT O DI VITA CUOTIDIANA.FACENDO RIFERIMENTO A PISTORIUS IO PENSO CHE LA TECNOLOGIA ABBIA FATTO UN REGALO AD UNA PERSONA CHE LA FORZA DI VITA NN L'HA MAI PERSA ;PUNTO UNO PISTORIUS PUR NN AVENDO GLI ARTI INFERIORI POSSIAMO DIRE CHE DI ATLETI NN SOLO CN LA SUA DISABILITA MA ANCHE PERSONE NORMALI NN HANNO IL LIVELLO DI PREPARAZIONE CHE HA LUI , PUNTO DUE NN è ANCORA CONFERMATO CHE LE PROTESI DI PISTORIUS NEL CAMPO AGONISTICO SIANO UN VANTAGGIO POSSIAMO SOLO SPERARE CHE IL SIGNORE COSI COME LA TECNOLOGIA CI POSSA REGALARE SOLO MOMENTI DI GIOIA COME FA PISTORIU QUANDO DA IL MEGLIO DI SE STESSO QUANDO CORRE. cheers
    avatar
    Veronica Cangiano

    Messaggi : 11
    Data d'iscrizione : 24.03.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  Veronica Cangiano il Mar Apr 14, 2009 12:16 pm

    Il caso di Pistorius mi mette davvero tristezza...perchè è inpensabile vedere i sogni di un ragazzo,con così tanto coraggio,infrangersi.Nella vita ha dimostrato tanta forza di volontà, ha cercato di battersi con tutte le sue forze per raggiungere un sogno...si è dovuto costruire "le ali" da solo...ma anche quelle gli hanno spezzato pur non essendoci elementi scientifici sufficienti per dimostrare che Pistorius trae vantaggio dall'uso delle protesi.Anche perchè so che le protesi sono state provate anche da altre persone che non hanno dimostrato la stessa capacità di Pistorius..quindi credo che le sue vittorie sono state soprattutto il frutto di un duro e faticoso allenamento!!!
    avatar
    Giuseppina Chiarolanza

    Messaggi : 11
    Data d'iscrizione : 20.03.09
    Età : 29
    Località : Napoli

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  Giuseppina Chiarolanza il Mar Apr 14, 2009 1:29 pm

    Vedendo i video e ascoltanto le discussioni in aula sono ancora più convinta che è solo la determinazione che spinge avanti Pistorius e tante persone che come lui; i vantaggi ci saranno anche ma sono nulla rispetto all'impegno e alla moticazione che ci mette mentre fa qualcosa che per nascita non dovrebbe nemmeno fare!
    Non bisogna temere che un ragazzo senza gambe che vince, ma sentirsi orgogliosi di una vittoria più grande quella contro l'oltraggio della natura; pittosto dobbiamo temere che qualcuno convito che il vantaggio sia dovuto dalle protesi si privi delle proprie gambe sostituendole con delle protesi! (anche se puo sembrare assurdo qualche masochisa in caccia di record potrebbe farlo).

    Contenuto sponsorizzato

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Sab Dic 16, 2017 2:07 pm