Pedagogia della disabilità Briganti

Forum didattico del corso di Pedagogia della disabilità, Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione, Suor Orsola Benincasa di Napoli, organizzato da Floriana Briganti


    rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Condividere

    martina.ricolo88

    Messaggi : 11
    Data d'iscrizione : 08.04.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  martina.ricolo88 il Mer Mag 27, 2009 5:42 pm

    Per quanto riguarda la domanda "le protesi un vantaggio o uno svantaggio?" in particolar modo nel caso dell atleta Pistorius non credo che queste siano per lui un vantaggio,e anche se lo fosse credo che ben venga avere atleti come questo ragazzo che nonostante una limitazione come la sua continuano a percorrere il proprio sogno,senza lasciarsi prenedere dalla paura ma essere forti e affrontarle in modo da essere un esempio per altre persone in condizioni simili

    danielapanico

    Messaggi : 21
    Data d'iscrizione : 28.03.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  danielapanico il Mer Mag 27, 2009 6:05 pm

    PER QUANTO RIGUARDA IL CASO DI OSCAR PISTORIUS
    RITENGO CHE LE PROTESI FISICHE SIANO UN VANTAGGIO PER QUESTO RAGAZZO,IN QUANTO GLI DANNO LA POSSIBILITA' DI ESSERE CONSIDERATO,MA ANCHE DI AGIRE COME UN NORMALE NORMODOTATO E QUINDI DI VIVERE SERENAMENTE...!
    E GRAZIE AD ESSE INFATTI CHE RIESCE A SVOLGERE DETERMINATE ATTIVITA',E DI CONTINUARE A SEGUIRE LE PROPRIE PASSIONI SENZA DANNEGGIRE NESSUNO.
    SE NELLA VITA SI E' SFORTUNATI,MA IN UN CERTO SENSO SI HA LA FORTUNA DI POTERSI MIGLIORARE E OTTENERE VANTAGGI,NON CAPISCO PERCHE' NON SI DOVREBBE APPROFITTARE DI QUESTA SHANCE!!!

    annalisa accardo

    Messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 21.04.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  annalisa accardo il Sab Mag 30, 2009 4:54 pm

    Ci è stato proposto in aula di analizzare e commentare il caso di Oscar Pistorius,un atleta che dopo aver perso l'uso delle gambe,gli sono state sostituite con una protesi di carbonio a causa di una malformazione congenita.
    Queste protesi sono state ritenute causa di vantaggio per l'atleta e quindi motivo di squalifica dalla gara.
    La forza d'animo che l'atleta ha dimostrato nella sua battaglia contro questa ingiusta sentenza, deve essere d'esempio a noi normodotati che spesso ci arrendiamo difronte ad un ostacolo abbandonandoci a gesti di esasperata disperazione.

    maria.laura87

    Messaggi : 15
    Data d'iscrizione : 08.04.09
    Età : 30
    Località : Napoli

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  maria.laura87 il Sab Mag 30, 2009 6:13 pm

    L'unico vantaggio, a mio parere, che può trarre Oscar dalle protesi in fibre di carbonio è il poter di nuovo camminare e correre, mettersi in gioco, correre da atleta professionista contro atleti normodotati. Si lotta per far sì che disabili e normodotati siano alla pari ed è per questo che non sono daccordo con le accuse rivolte contro un ragazzo che, spinto anche dalla speranza, con sforzo impeccabile, tenta di raggiungere un traguardo non togliendo nulla a nessuno, mentre a lui sono state tolte le gambe e non ha fatto altro che procurarsele. Vogliamo forse accusarlo di questo? Durante la lezione la professoressa affermò che non era per niente facile camminare su quelle protesì e questo credo sia dimostrazione di allenamento, forza che ha reso Oscar Pistorius un atleta alla pari di tutti.
    avatar
    viviana pulcinaro

    Messaggi : 23
    Data d'iscrizione : 26.03.09
    Età : 31
    Località : Quarto(NA)

    rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  viviana pulcinaro il Lun Giu 08, 2009 8:39 pm

    Pistorius è un atleta sudafricano,paraolimpionico.Ha un'amputazione bilaterale,cioè non possiede più entrambi gli arti inferiori,sostituiti per la gara da protesi in fibra di carbonio.""Se chiudi gli occhi, magari ti sembra di udire un sibilo. Quello delle lame che, quando corre, porta al posto dei piedi, amputati quando aveva 11 mesi perché era nato senza entrambi i peroni. E pensi a una macchina più che a un atleta. Se li apri, ti accorgi che sul volto c’è la sofferenza e il sudore di chi, in quella corsa, sta mettendo qualcosa di più di due pezzi di carbonio. E scopri che lì c’è un uomo, solo un uomo: Oscar Pistorius, 21 anni, nato in Sud Africa, campione olimpico e mondiale di categoria, una vita ad abbattere barriere. Gioca a pallanuoto e rugby, si infortuna al ginocchio, passa all’atletica. Le prime lame che sostituiscono i piedi le costruisce lui stesso, ricavandole dalle pale degli elicotteri. Poi passa a quelle di carbonio. Vince e ottiene tempi che lo portano a sfidare i normodotati, è secondo sui 400 ai campionati nazionali sudafricani, non paralimpici. La sua federazione vorrebbe iscriverlo alla 4x400 ai Mondiali di Osaka, ma aspetta il sì della Iaaf. Oscar, intanto, arriva a Roma per il Golden Gala, anche in questo caso per una gara "normale". E rivela subito un’affinità sorprendente con l’Italia: sa "parlare" con le mani, eredità del nonno di sua madre. "Era italiano - dice Pistorius -, emigrato in Kenya".""Così scriveva Gennaro Bozza su un artìcolo de la Gazzeta dello sport.Pistorius è un esempio per tutti i disabili, che spesso si demoralizzano difronte a tutte le barriere,gli ostacoli che quotidianamente si affrontano;lo sportivo invece vuole superarle tutte,vuole gareggiare come "uno di noi" senza alcun tipo di discriminazioni,senza "poter essere aiutato",con le sue sole forze,senza esser definito "uomo bionico",ma semplicemente un UOMO

    espositomocerinomaria

    Messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 22.03.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  espositomocerinomaria il Mer Giu 10, 2009 3:39 pm

    Ascoltando i commenti fatti a lezione e guardando i video sono arrivata ad due conclusioni:una dal punto di vista sportivo e una dal punto di vista umano.Dal punto di vista sportivo se davvero è stato accertato un vantaggio che lui trae da queste protesi non è giusto che Pistorius concorri con i normodotati,in quanto qualsiasi cosa arrechi un vantaggio ad una persona rispetto agli altri,special modo in una gara,non è giusto.Dal punto di vista umano apprezzo molto Oscar Pistorius che nonostante la sua disabilità ha trovato la forza di reagire e di mettersi in gioco e la voglia di sentirsi uguali agli altri.Oscar ha dimostrato a tutti noi che le persone disabili non devono essere viste come persone a cui rivolgere pietà;mi piacerebbe vedere correre Oscar insieme ai normodotati in modo da poter essere un esempio per tutti gli altri disabili,in modo da dimostrare che tutto nella vita è possibile e che anche i disabili possono condurre una vita come tutti gli altri.

    laura.castellone88

    Messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 29.05.09

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  laura.castellone88 il Gio Giu 11, 2009 12:02 pm

    Vedendo questo video posso notare che grazie alle tecnologie nate oggi, anche un disabile può svolgere determinate funzioni(in questo caso inerenti allo sport) e sentirtsi in un certo senso libero.
    Vorrei vedere personalmente come si sentirebbero coloro che hanno considerato le protesì in fibra di carbonio uno svantaggio, se ne necessitassero in prima persona, se le considerassero ancora uno svantaggio o invece un'opportunità di vivere meglio, di ridurre le difficoltà motorie di un disabile. Come avrete capito le considero un vantaggio nn inerente alla corsa, ma nella vita quotidiana.

    weerw

    Messaggi : 10
    Data d'iscrizione : 31.05.11

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  weerw il Mar Mag 31, 2011 9:42 am

    Queste protesi sono state ritenute causa di vantaggio per l'atleta e quindi motivo di squalifica dalla gara.
    La forza d'animo che l'atleta ha dimostrato nella sua battaglia contro questa ingiusta sentenza, deve essere d'esempio a noi normodotati che spesso ci arrendiamo difronte ad un ostacolo abbandonandoci a gesti di esasperata disperazione.


    microsoft office 2007
    Office Ultimate 2007

    christmalee

    Messaggi : 37
    Data d'iscrizione : 07.05.11

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  christmalee il Gio Giu 02, 2011 9:12 am


    yuling

    Messaggi : 10
    Data d'iscrizione : 31.05.11

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  yuling il Mer Giu 29, 2011 12:20 pm

    Yes,I think so.


    _______________


    Office 2007
    Microsoft Office Ultimate 2007

    Contenuto sponsorizzato

    Re: rispondi qui alla prima discussione mercoledì 18 marzo

    Messaggio  Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Sab Dic 16, 2017 2:09 pm